Spedizioni € 6,90 in tutta italia- gratis da 70€ - Ritiro gratuito in negozio

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello
Hedec  60 cpr Glauber pharma - Forza Vitale -10%

Hedec 60 cpr Glauber pharma - Forza Vitale

28,50 25,65

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

Quantità massima acquistabile per il prodotto raggiunta

Vai al carrello

Spese di spedizione: gratis
Consegna prevista entro Lunedì 23/09
Opzione regalo disponibile

Forza Vitale

SKU FRZVTLHDC

Integratore Alimentare
A base di Partenio che favorisce il contrasto degli stati di tensione
localizzati.

Ingredienti

Partenio (Tanacetum parthenium Sch. Bip.)e.s. tit. al 0,5% in partenolidi, Griffonia (Griffonia simZplicifolia Baill.) e.s. tit. al 30% in 5-HTP, Achillea (Achillea millefo- lium L.)(1:3) e.s., Metolose®, magnesio ossido, Iperico (Hypericum perforatum L.) tit. al 0,3% in ipericina; Antiagglomeran-  ti: biossido di silicio, magnesio stearato vegetale. Agenti di rivestimento: amido acetilato (E1420), talco, glicerolo, coloran- te (E132).
 
 
Supplement Facts

Partenio  ............................................. 170 mg
Apporto in partenolidi tit. al 0.5% ........ 1.5 mg
Griffonia e.s. ........................................100 mg
Apporto in 5-HTP tit. al 30%:  ............... 1.5  mg
Achillea e.s. 1:3 ......................................80 mg
Magnesio ossido ....................................25 mg
Iperico ................................................ 170  mg
Apporto in ipericina tit. al 0.3% ............ 0.3 mg Apporto in iperforine tit. al 1.5% .......... 1.5 mg Acido ascorbico .....................................25 mg
L-tirosina ................................................20 mg
Piridossina HCL (100% Vitamina B6)  .......3 mg
Vitamina D3 100% .............................. 7.5 mcg
Vitamina B12 100% ............................ 2.5 mcg
*Tenore per dose giornaliera pari a 1 compressa (500 mg)

Note bibliografiche
 
Le foglie di Partenio sono tradizionalmente utilizzate per la prevenzione delle emicranie. Alcuni studi suggeriscono che il Partenio riduce la frequenza degli attacchi di emicrania e l’incidenza della nausea e del vomito; il Partenio ridurrebbe inoltre la severità dell’emicrania. Il Partenio risulta contenga molteplici principi attivi, tra cui il partenolide, che in precedenza era considerato il solo ingrediente attivo della pianta. Si è osservato che i livelli di magnesio sono spesso risultati bassi nei soggetti predisposti alle emicranie. Bassi livello di magnesio contribuiscono alla formazione delle emicranie in quanto inducono una vasocostrizione delle arterie, stimolando un aumento dell’aggregazione piastrinica e il rilascio di serotonina ad azione vasocostrittrice. Alcuni studi clinici suggeriscono che il magnesio riduce la frequenza e la severità degli attacchi di emicrania per il suo effetto vasodilatatore a supporto della teoria vascolare delle emicranie. La serotonina (5-HT) gioca un ruolo cruciale nella mediazione del sistema di inibizione del dolore e nella fisiopatologia dell’emicrania. Il L-5-HTP è stato somministrato per due mesi ad un dosaggio giornaliero di 400 mg/die. La riduzione della severità e della frequenza del mal di testa in pazienti che assumevano il principio attivo era presente. Sono stato anche presi in considerazione indi- catori dello stato d’animo dei pazienti. Il L-5-HTP si è dimostrato più efficace del placebo nel ridurre sia la frequenza che la severità degli attacchi di emicrania, tuttavia la differenza non era ancora statisticamente significativa. L’utilizzo dell’Achillea nei pazienti predisposti ad attacchi di emicrania è stato approfondito in uno studio svolto presso il Dipartimento di Medicina e Biochimica dell’Università di Ankara in Turchia al fine di confermare scientificamente l’utilizzo nella medicina popolare dell’associazione Partenio-Achillea. Lo studio ha coinvolto 10 pazienti con emicrania, cui è stata somministrata una miscela di polveri di Partenio e di Achillea nella dose di 2 g/die per 6 mesi. L’osservazione si è svolta su base mensile. Dopo il primo mese la frequenza degli attacchi di emicrania è diminuita da 3.5/mese a 1/ mese. Dopo 6 mesi l’incidenza delle emicranie è stata quasi pari a 0. L’emicrania, l’ansia e la depressione sono spesso concomitanti nello stesso paziente. Si parla infatti di comorbilità: Emicrania, ansia e depressione hanno un terreno chimico comune. In tutte queste patologie risulta, infatti, coinvolta la serotonina e, in misura minore, la noradrenalina. Emicrania e ansia sono caratterizzate da una condizione di iper-eccitabilità neuronale. L’ipereccitabilità dei neuroni della corteccia cerebrale, unitamente al deficit della funzione di adattamento, è la principale stigmata del cervello emicranico. Una condizione di ipereccitabilità neuronale è anche alla base dei disturbi di ansia. L’Iperico è una pianta ricca di composti fenolici, tra i quali l’iperforina e i suoi derivati sembrano essere le sostanze maggiormente dotate di attività antidepressiva. Numerosi studi hanno dimostrato che l’iperico è in grado di inibire non solo le monoamioossidasi (MAO), enzimi che distruggono le catecolamine, ma anche la catecol-o-metiltrasferasi (COMT), enzima che distrugge la dopamina e la serotonina.

Tags   #emicrania  #partenio